Governo deve prendere atto che la prima emergenza è quella economica

301

fmi_largeIl Fmi prevede in Europa una crescita del Pil, mentre per l’Italia anche per quest’anno è previsto un ulteriore calo, con un altro aumento del debito nonostante le correzioni fatte alle varie voci.

Lo stesso Fmi invita a fare riforme strutturali, soprattutto, quelle mirate ad affrontare la disoccupazione.

Molto importante, pertanto, saranno i provvedimenti che il Governo prenderà nella prossima legge di bilancio. Il governo deve prendere atto che la prima emergenza è quella economica, si rischia veramente di cadere nel baratro, e deve intervenire immediatamente con un vero piano di rilancio dello sviluppo e dell’occupazione, per dare un po’ di ossigeno alle imprese, sostenendole con la possibilità di un accesso al credito più facile e con investimenti di risorse per finanziare infrastrutture, ricerca e innovazione e garantire occupazione.

Anche il Fmi invita a investire in infrastrutture. Questi investimenti, che anche se finanziati con il debito, possono essere giustificati, sono una delle poche leve economiche che restano a sostegno della crescita e che, oltretutto, riducono il rapporto debito/Pil nel breve termine.

 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.