Home Blog
L’attenzione all’operatore nel settore sanitario ed in particolar modo al benessere psico/ fisico del personale in servizio nell’emergenza 118 Basilicata, è alla base di questa iniziativa, in perfetto accordo con l’idea di una salutogenesi dell’ambiente di lavoro,  il quale  unitamente ad altri fattori personali/ambientali può risultare lesivo della salute individuale e della equipe di lavoro. I dati in letteratura...
Solo 6% degli operatori sanitari sono stati  assunti a tempo indeterminato: Per molti di loro la scadenza sarà il prossimo dicembre. Gli operatori della sanità pubblica non saranno più eroi ma, anzi, rischiano di perdere il lavoro mentre dovrebbero esser stabilizzati o prorogati. E il concorso unico regionale  per i posti per operatori socio sanitari, ancora non è stato...
Un primo atto giusto, perché non più rinviabile, è stato espletato dal Dipartimento regionale delle Politiche della Persona, su sollecitazione delle OO.SS.  per il superamento della carenza dei medici da adibire al sistema di emergenza territoriale (118). Con questo atto sarà ammessa la partecipazione di medici non inseriti nella graduatoria regionale di medicina generale ai corsi per il conseguimento dell’idoneità...
Le scriventi OOSS, a seguito della recente sentenza del TAR n.00339/2021 con la quale la Regione Basilicata ha avuto ragione sia sulla legittimità della DGR 417 del 27 maggio 2021 che su tutti gli atti conseguenti, ritengono che oramai non sussistano più alibi, né sulla costituzione, né sulla nomina dell’Amministratore API-BAS. Il percorso intrapreso è quello giusto, nonostante i...
Cambiano i governi ma non i metodi. La Regione Basilicata ancora una volta fa ricorso alle long list di professionisti, non considerando ancora una volta il merito e le risorse interne di cui il massimo ente è dotato. Pensavamo che con il nuovo corso politico, che ha fatto del cambiamento un vero e proprio slogan elettorale, si poteva finalmente...
La crisi innescata dalla pandemia ancora in atto, oltre ai risvolti sanitari, sociali ed economici diretti, ha inevitabilmente condizionato le liste di attesa per le procedure diagnostiche e terapeutiche non di emergenza/urgenza, già lunghe in molte regioni e strutture, come in Basilicata, in epoca pre-covid. I dati diffusi dall’Istat fotografano una situazione gravissima con la Basilicata al primo posto...
Solo pochi giorni fa sono stati pubblicati i dati  dell’Osservatorio sul precariato da parte dell’Inps. Nei primi quattro  mesi del 2021 si è incrementato il numero dei contratti a tempo indeterminato e stanno diminuendo quelli in somministrazione. Il dato, riferito al settore privato, serve quantomeno a valutare positivamente i concorsi indetti all’ARPAB, una cosa che auspicavamo da tempo, coerentemente...
Dopo il voto alla Camera che ha approvato l'estensione agli O.S.S. del riconoscimento economico delle indennità sanitarie di terapia intensiva ed ha finalmente visto l'inquadramento da ruolo tecnico a ruolo dell'area sociosanitaria, chiediamo ai Senatori lucani di impegnarsi affinché anche Palazzo Madama possa al più presto esprimersi in questo senso. L’attuale pandemia ha stravolto e modificato tutti gli assetti...
I centri per anziani hanno rappresentato l’anello più debole del sistema della cura durante le settimane più dure di questa pandemia. Anche se oggi la situazione, grazie alla campagna vaccinale e al lavoro dei tanti professionisti sanitari, come UIL FPL  lanciamo  un allarme  su un tema che reputiamo  importantissimo:  la carenza di personale infermieristico che, in un rapporto di...
Siamo indignati e fortemente preoccupati per le sorti dei lavoratori del Consorzio ASI che, da oggi, non sanno quale sarà il loro destino. Un destino che non si prospetta molto favorevole visti i tempi impiegati dalla Giunta per costituire la società APIBAS che dovrebbe, insieme ad altri organismi, garantire una collocazione ai lavoratori del Consorzio ASI. La legge Regionale...
La UIL FPL augura buon lavoro al nuovo Direttore Sanitario Luigi Mandia  ed al nuovo Direttore Amministrativo Giovannino Rossi.  Il Crob ha tutte le potenzialità per essere confermato e riconosciuto come Irccs e di assestarsi quale punto cruciale di una rete oncologica regionale che deve coinvolgere territorio e strutture ospedaliere al fine di garantire percorsi comprensivi di prevenzione e...