Convocata la delegazione trattante del san carlo. Attendiamo convocazione regionale per i precari

391

Dopo circa un mese dalle elezioni della RSU  si è finalmente insediata la nuova RSU del San Carlo. Prendiamo atto   che  sono stati approvati i fondi  del comparto anno 2022,  per cui abbiamo chiesto  una convocazione di merito  per la ripartizione del fondo. Abbiamo sottoscritto definitivamente l’accordo sulla vestizione e svestizione che abbiamo chiesto sia trasmesso in tutte le UU.OO Aziendali. Nel corso della riunione abbiamo rimarcato che  in questi mesi, avendo girato i vari  presidi, si è riscontrato una grave carenze di personale sia  nel Presidio Ospedaliero di  Potenza, nonché su quella dei presidi di Melfi, Villa D’Agri,  Lagonegro e Pescopagano. Una condizione che, se non si affronta  con decisione, sarà   destinata ad aggravarsi per i numerosi pensionamenti previsti, a partire già dai prossimi mesi e, soprattutto,  con l’approssimarsi delle ferie estive. Apprezziamo che  sono stati portati a  conclusione i numerosi procedimenti aperti come la progressione verticale degli amministrativi e quella degli OSS interni, ma abbiamo rimarcato che occorre scorrere le graduatorie degli idonei. Abbiamo chiesto di procedere da subito alla progressione economica orizzontale anno 2022. Le risorse occorrenti ci sono ed, a tal proposito, abbiamo presentato una proposta di merito all’Azienda, prima che entri in vigore il nuovo contratto per dare una risposta ai tanti esclusi dell’ultima progressione del 2021. Di qui la necessità di aprire un confronto serio   se si vuole dare una risposta concreta al personale del comparto. Su questi ultimi punti l’Azienda riconvocherà a breve le OO.SS. Purtroppo si arriva con ritardo, in quanto gli allarmi che tante volte il sindacato ha lanciato sono rimasti inascoltati. Inoltre si è tenuta la riunione in Assessorato nella quale abbiamo chiesto garanzie per i precari della sanità ed abbiamo chiesto di convocare un tavolo specifico per stabilire i criteri previsti dalla legge di Bilancio, comma 268,anche su questo punto ci è stato spiegato che le risorse ci sono e che sono sufficienti  per  stabilizzare  coloro che hanno maturato i requisiti previsti dalla legge .

La UIL FPL, perciò,  crede che sia  giusto  occuparsi dei problemi quotidiani  dei  lavoratori che sono  la parte attiva del San Carlo e che lavorano in condizione di forte stress e  che, solo attraverso  la valorizzazione e il miglioramento delle condizioni di lavoro,  nonché dell’adeguamento economico, potranno essere gratificati e giustamente ricompensati.

 

Potenza,26/05/2022

 

Il Segretario Regionale Aggiunto UIL FPL
Giuseppe Verrastro

Il Segretario Organizzativo UIL FPL
Gerardo Sarli

Il Segretario Aziendale UIL FPL
San Carlo

Gamma Francesco
Le RSU Aziendali

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.