Angeletti: ”Bene taglio irpef, ma pagato da noi”

433

”Da Governo non mi aspetto nulla, tira a campare” 

11/10/2012  | Fisco.

(ANSA) – ROMA, 10 OTT – “L’aumento dell’Iva è servito a ridurre l’Irpef, non ci hanno regalato nulla, ce la siamo guadagnati da soli” dice il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, commentando i contenuti della legge di stabilità. “Un giudizio articolato – spiega -: mentre la riduzione dell’Irpef è esattamente un passo nella direzione che auspichiamo, la scelta di non dare nemmeno la vacanza contrattuale al pubblico impiego è una cosa indigeribile.

Mentre i capi dei dipendenti pubblici, che sono tutti politici, fanno quello che fanno, ai loro dipendenti tolgono anche quei 10 euro”.  Tra aumento dell’Iva e riduzione dell’Irpef, aggiunge Angeletti, “meglio ridurre l’Irpef, a lungo ci guadagniamo”.  Da questo governo, dice il sindacalista, “non mi aspetto nulla di eclatante. Sta tirando a campare, sto aspettando che sciolgano le Camere. Non ha fatto nulla di tragico ma neanche nulla di particolarmente eclatante”.

Angeletti lo ha detto arrivando alla foresteria di Confindustria, dove è previsto l’incontro delle parti sociali per cercare un accordo sul tema della produttività. Su questo fronte, dice Angeletti, “voglio che i patti che ci sono vengano rispettati e sono disposto a discutere di tutti i cambiamenti necessari per consentire di far aumentare i salari, anche legati alla produttività”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.