Bonus idrocarburi ai lucani il pieno può attendere Centinaia senza l’ accredito

419

Bonus idrocarburi a secco e così l’Adiconsum, l’associazione regionale dei consumatori della Cisl, dopo le numerose segnalazioni dei cittadini, ha deciso di chiedere ufficialmente lumi sul disservizio al ministero competente. Centinaia di cittadini lucani non hanno ancora ricevuto l’accredito relativo alla seconda tranche dell’importo di 140,25 euro relativo all’anno 2010, riconosciuto ai patentati lucani per le attività estrattive in Basilicata.
Il termine per accreditare il bonus sull’apposita carta elettronica in dotazione agli aventi diritto così come stabilito dalla Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche del ministero per lo Sviluppo economico era stato fissato per lo scorso 7 febbraio. Eppure in molti, nonostante avessero regolarmente ricevuto la prima erogazione del bonus pari a 100 euro e 70 centesimi non si sono ritrovati sulla carta l’accredito dei 140 euro del 2010. Qualcuno ha provveduto a ricontrollare dati personale e se la carta fosse attiva attraverso gli uffici di Poste Italiane.
È risultato tutto in ordine tranne che per l’importo dovuto. Ragion per cui in alcuni casi si è pensato di informare della problematica direttamente il ministero mentre a chi si è recato alle Poste è stato consigliato di contattare il numero verde dedicato. L’operatore, tuttavia, avrebbe riferito di non aver ricevuto disposizioni in merito alla questione del bonus idrocarburi consigliando di attendere ancora qualche giorno. L’Adiconsum Basilicata ha raccolto il malumore di centinaia di lucani.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.