E’ evidente che il nostro sistema produttivo è al collasso

216

Sono stati persi 330 mila posti di lavoro nell’ultimo anno

E’ evidente che il nostro sistema produttivo è al collasso. Mai dati così pesanti per lavoratori e persone in cerca di occupazione.

Sono stati persi ulteriori 330 mila posti di lavoro nel corso dell’ultimo anno, portando il dato complessivo della disoccupazione a cifre mai raggiunte prima.

L’esercito dei senza lavoro, di cui la metà nel Mezzogiorno, sfiora i 3,5 milioni. Il termometro della crescita del Paese, quale l’edilizia, è tra i settori più colpiti. Inarrestabile la crescita della disoccupazione giovanile, dove quasi 1 giovane su 2 non trova lavoro e quella di lunga durata.

Le politiche degli incentivi e le continue modifiche alla legislazione del lavoro non hanno dato i risultati sperati.

Occorre passare dalle parole ai fatti, mettendo in campo serie politiche di crescita basate sul rilancio dei consumi attraverso una reale riduzione del carico fiscale sul lavoro dipendente e sull’impresa e su credibili programmi di rilancio delle politiche industriali.

In queste condizioni, è necessario che i sistemi di tutele al reddito, a partire dagli ammortizzatori sociali in deroga, siano mantenuti e irrobustiti, perché in questa fase, rappresentano l’unico argine per evitare ulteriori emorragie occupazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.