Rsu Regione: il senso di una missione di servizio

466

Le Rsu della Uil scrivono al presidente Pittella

Siamo d’accordo col Presidente Pittella quando afferma che l’incontro che ha tenuto nei giorni scorsi con i dipendenti regionali non aveva nulla di straordinario, perché tale è sembrato dopo diversi anni di mancato ascolto da parte della politica regionale.  Un gesto di sensibilità politica di cui va colta la positività, perché la partecipazione democratica dei lavoratori è sempre qualcosa di buono. Da troppo tempo sul personale si è navigato a vista. E’ quanto si legge in una nota delle RSU UIL della Giunta Regionale, Rocco Giorgio, Vincenzo Barba, Luigi Brienza e del Segretario GAU della Regione, Mario Lorenzino. “Abbiamo, da diversi anni, più volte ribadito l’improcrastinabilità di un adeguamento e di una ristrutturazione degli assetti organizzativi ed istituzionali dell’ente Regione – si legge nella nota. La politica, Giunta e Consiglio senza alcuna eccezione, non hanno ascoltato. Si è proceduto a strappi, giustificando tutto con l’emergenza che, perpetuata ad arte, è diventata continuità ordinaria con effetti devastanti sull’efficienza del lavoro. Occorre voltare pagina – continua la nota- convocando subito la delegazione trattante; evitando la divisione dei lavoratori e valorizzando e motivando il personale. Noi dipendenti regionali siamo pronti ed accettiamo la sfida, rifuggiamo da un lavoro alienante, vogliamo lavorare meglio per produrre e guadagnare di più”.

                                                                                                                                                                                    Gli  RSU UIL FPL della Giunta Regionale

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.