Vicenda Tisci (ARPAB), Uil e Uil Fpl: chiediamo a Bardi di assumere un’iniziativa

194

Il sindacato – con la Uil da tempo impegnata in una campagna per la sicurezza in tutti i posti di lavoro con protocolli di prevenzione alla diffusione del Covid– non può tollerare il comportamento del direttore generale dell’Arpab Tisci sanzionato oggi dai Carabinieri dei Nas. Il suo comportamento – da accertare intutti suoi aspetti e ad ogni livello – è particolarmente grave perché compiuto da responsabile dell’Azienda  che ha come scopo principale la tutela dell’ambiente e della salute delle persone e quindi della salute dei dipendenti. Un comportamento che,  tra l’altro, fa un torto a quanti sono impegnati in prima linea sul fronte della lotta alla pandemia ed in primo luogo a medici, infermieri, operatori socio-sanitari, tecnici che si sacrificano ogni giorno per curare i nostri  concittadini. Chiediamo che il Presidente Bardi questa volta, a differenza della precedente che ha coinvolto lo stesso Tisci, assuma un’iniziativa decisa. È un’azione dovuta ai lavoratori e per affermare il pieno rispetto delle normative e dei protocolli anti Covid.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.