UIL FPL su fabbisogno del personale del San Carlo 2021-2023

807

La UIL FPL valuta positivamente  il  piano dei fabbisogni  relativo agli anni 2021-2023, presentato nel corso dell’incontro odierno con l’Azienda Regionale San Carlo di Potenza che prevede 169 nuove assunzioni per la Dirigenza e 462 per il comparto, per un totale di 631 nuovi posti di lavoro nel prossimo triennio. Sono numeri importanti anche perché coprono non solo le cessazioni, 41  per la dirigenza e 173 per il comparto ma consentono di incrementare il fabbisogno di circa trecento unità. In particolare, la UIL FPL  ritiene che ci siano tutte le premesse a garanzia per  l’espletamento celere  dei concorsi degli infermieri, degli OSS delle Ostetriche e del personale tecnico di laboratorio e tecnico di radiologia  e potrà garantire la proroga dei contratti in scadenza al 31/12/2020 e  la stabilizzazione del personale precario infermieristico, OSS, Ostetrico e tecnico ed amministrativo nonché  della Dirigenza Medica e amministrativa. Nel piano delle assunzioni è stato dato un giusto peso a tutte le categorie ed un particolare risalto alle assunzioni delle categorie  degli OSS che sono risorse indispensabili per il buon funzionamento della struttura Ospedaliera. Abbiamo rimarcato inoltre l’applicazione della percentuale del  30% da attuare per le progressioni verticali per dare risposta al personale interno in primis alle categorie A  per farle transitare in cat. B o BS(laddove alcune figure  hanno il titolo da OSS) e l’ulteriore utilizzazione della graduatoria di collaboratore amministrativo per far   transitare gli assistenti amministrativi in cat. D.  Ora ci auguriamo che la Giunta Regionale faccia il suo corso in tempi celeri e per il futuro con i fondi provenienti dal Governo Centrale, possa mettere più risorse per le assunzioni e per gli incentivi  ed  approvi tale piano per dare le giuste risposte alla Carenza di personale  che ormai da troppo tempo assilla  l’Azienda Ospedaliera San Carlo. Infine abbiamo chiesto i fondi contrattuali e contestualmente il pagamento delle progressioni orizzontali  anno 2019 e della produttività. Con la busta paga del mese di Novembre hanno garantito che saranno erogati gli incentivi COVID con l’aggiunta dei 200.000 euro rivenienti dalla Regione. Questa prima tranche rappresenta per noi solo un acconto poiché una parte dei nuovi  fondi stanziati  del Governo per l’Emergenza COVID 19,sarà destinata agli incentivi al personale. Infine abbiamo chiesto dato il momento particolare e constatato l’aumento dei contagi, una tutela per i lavoratori fragili a cui avevamo già inviato una nota specifica per richiedere l’applicazione della legge 126/2020 e laddove non fosse possibile ricollocarli venga  applicato  un congedo fino a fine emergenza; parliamo di solo 10 lavoratori a forte rischio in tutta l’Azienda.

La UIL FPL ritiene che questo risponde alle esigenze degli operatori impegnati a fronteggiare questa grave pandemia

 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.