UIL condivide dichiarazioni Presidente Letta su modifiche a Trattato Europeo

400

La UIL ha condiviso le recenti dichiarazioni del Presidente del consiglio, Enrico Letta, sulle necessarie modifiche al Trattato Europeo in merito all’elezione del Presidente della Commissione Europea e sul ruolo del PE, al fine di rafforzare la democrazia diretta e consentire la partecipazione più dinamica dei cittadini europei nella scelta dei leaders delle Istituzioni Europee.

Tuttavia sul G20 di San Pietroburgo pesano le valutazioni preoccupate dell’OCSE per lo stato dell’economia che stenta a riprendere ritmi accettabili di crescita e che, soprattutto nel nostro Paese, è ancora caratterizzato da segni negativi.

La UIL, dunque, attende anche dal Presidente del Consiglio italiano un ruolo più deciso per definire un cambio di rotta sulle misure di austerità e mero rigore di bilancio che hanno ostacolato la ripresa economica e l’occupazione in Europa. Serve, altresì, un’azione più convincente per l’elaborazione di un piano europeo di investimenti per il lavoro, in un quadro nuovo di politiche europee per lo sviluppo e la competitività dell’Unione, in cui prevalga la scelta strategica per il nostro futuro della crescita sostenibile e dell’occupazione di qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.