Torluccio (UIL-FPL): l’importanza del ruolo della Polizia Locale

454

453292_300-300x200In merito alle dichiarazioni rilasciate dal Segretario Generale della Uil, Luigi Angeletti, ospite della trasmissione televisiva” TG3 Linea Notte Estate”, sulla Polizia Locale, appare opportuno precisare , per evitare strumentalizzazioni e sperequazioni,  che tali affermazioni sono state rese  nell’ambito di un contesto generale legato al tema del proroga del blocco contrattuale dei dipendenti pubblici e della vertenza posta in essere dai rappresentanti delle forze dell’ordine.

La Uil tutta è da sempre al fianco dei 60.000 operatori del settore.  Per la UIL, infatti, la Polizia Locale è stata ed è al centro di una vertenza per il riconoscimento del ruolo e della professionalità di una categoria che svolge una funzione essenziale al servizio delle comunità locali nelle grandi aree urbane o nei piccoli comuni. Nel corso degli anni sono state demandate una miriade di competenze che hanno cambiato radicalmente le condizioni operative della Polizia Locale.

L’emarginazione sociale, la microcriminalità, la polizia di prossimità, il mantenimento della sicurezza stradale, l’attività di Polizia Giudiziaria, l’attività costante di prevenzione e controllo degli abusi edilizi, commerciali, un servizio h24 che impiega il personale in un’attività di servizio protratta per tutto l’arco delle 24 ore sono ormai elementi con cui gli agenti ed ufficiali della Polizia Locale si confrontano quotidianamente senza  avere la tutela degli operatori delle altre forze del comparto sicurezza.

Non possiamo dimenticare il tributo pagato anche in termini di vite umane dagli appartenenti  ai corpi di Polizia Locale. Questo assurdo blocco contrattuale grava su tutti i lavoratori pubblici, sulle forze dell’ordine  inclusi i lavoratori della Polizia Locale. E’ un blocco  vergognoso ed inaccettabile che va rimosso  per tutti i dipendenti pubblici.

Per la Polizia Locale la UIL FPL ribadisce  il proprio impegno e l’obiettivo di giungere non solo al rinnovo del CCNL ma anche al riconoscimento della specifità professionale di una categoria fondamentale all’interno delle politiche per la sicurezza, ribadendo l’esigenza ormai improcastinabile della modifica della ormai obsoleta legge 65/86, al fine di dare risposte concrete ad un quadro normativo completamente mutato sia dal punto di vista giuridico che organizzativo e procedere nella direzione del riconoscimento del ruolo e della  professionalità degli operatori della  Polizia Locale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.