TORLUCCIO (UIL-FPL): INCREDIBILE AGGRESSIONE A DANNO DEI VIGILI ROMANI

546

downloadSulla vicenda della Polizia Locale di Roma Capitale, abbiamo assistito ad “un’ incredibile aggressione da parte dei media” e una “reazione arrogante” da parte dei responsabili istituzionali. “Oggi pomeriggio riuniremo le segreterie di Roma e Lazio della funzione pubblica locale di Cgil, Cisl e Uil – riferisce Giovanni Torluccio, segretario generale Uil Fpl – Siamo di fronte ad un’aggressione da parte dei media che non ci rende giustizia: nessun sindacato ha dato indicazioni di assenteismo e il nostro segretario regionale Francesco Croce il 31 era in servizio. Le assenze non sono da imputare ad alcuna azione sindacale. Riscontriamo una reazione arrogante da parte di chi non riesce a programmare e scarica la responsabilita’ sui lavoratori. Il Comune di Roma non rispetta le regole e vuole applicare un accordo unilaterale, senza intesa con i sindacati: per questo siamo pronti ad utilizzare gli strumenti a nostra disposizione, compreso lo sciopero”.

Secondo Torluccio, “se a Roma ci sono state assenze dal lavoro senza giustificazione, e’ giusto siano messi in atto i normali strumenti di penalizzazione”. Quanto all’azione ispettiva prospettata dal Ministro della Funzione pubblica Marianna Madia, Torluccio risponde: “Se ci deve essere, allora coinvolga tutti, a partire da Sindaco, Assessore e Comandante della Polizia Locale, perche’ il lavoro festivo e’ programmabile. Non e’ possibile che non si riesca a dare risposte organizzative e poi si scarichi la responsabilita’ su altri”. E l’intervento del premier Renzi? “Sara’ una personalita’ eclettica – osserva il sindacalista – e’ capace di dire la sua su tutto e si mette anche a fare il Sindaco di Roma…”. Ma perche’ lo sciopero? “E’ una possibile reazione ad una serie di eventi – conclude – Questa dei vigili possiamo dire che sia la goccia che fa traboccare il vaso.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.