Torluccio sulle Pensione: vergognoso silenzio dei Ministeri Lavoro ed Econo

602

“Il Ministero del Lavoro ed il Ministero dell’Economia devono sciogliere al più presto il nodo relativo al rischio della pensione posticipata per coloro che hanno usufruito di istituti previsti dalla legge, ma per i quali non hanno prestato attività lavorativa. E’ una vergogna-commenta Torluccio, Segretario generale della UIL-FPL, che lavoratrici e lavoratori che hanno dovuto assistere familiari disabili,che hanno usufruito dell’aspettativa per dottorato di ricerca, congedi parentali, giornate di permesso per la donazione del sangue, diritto allo sciopero o simili, debbano recuperare tali giorni per poter usufruire della pensione anticipata.”

“Il conteggio include infatti soltanto i giorni di lavoro effettivo e non più quelli coperti da contributi figurativi, a eccezione di malattia, leva e maternità obbligatoria. Un paradosso se si considera che per tutti i suddetti istituti la legge prevede il riconoscimento della retribuzione e dei contributi per le giornate di assenza.”-continua il Segretario, che afferma “ si viene a determinare una fortissima ingiustizia sociale, da affrontare e risolvere al più presto. Come si può pensare di continuare a penalizzare i lavoratori che hanno disabili in famiglia quando già l’assistenza, a causa delle gravi carenze di risorse sociali, è già quasi a totale carico delle famiglie? Come si può continuare a predicare l’importanza dell’autosufficienza nazionale di sangue quando al contempo si scoraggia la donazione? Come si può affermare l’importanza del diritto allo studio se poi si applicano misure errate e ingiuste come queste? Il rischio è che si mettano in discussione diritti acquisiti-conclude Torluccio-ed è quindi necessario avere delle risposte chiare e certe ed in tempi rapidi che annullino tali disposizioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.