SUBITO UN TAVOLO REGIONALE SULLE PROVINCE

405

Le Province sono diventate gli agnelli sacrificali di una Spending Review assurda, iniqua ed insostenibile. Un provvedimento che, come una mannaia, cancella la provincia di Matera e taglia di alcuni milioni il bilancio di quella di Potenza, milioni  che si aggiungono ai 14 milioni già tagliati per il biennio 2011 2012.

Si stanno facendo tutti gli sforzi per evitare una simile sciagura, ma se il disegno sconsiderato del Governo dovesse realizzarsi, il nostro territorio ne uscirebbe fortemente ridimensionato. Le conseguenze più immediate sarebbero da una parte l’incremento ulteriore della pressione fiscale,dall’altra un abbassamento della qualità dei servizi.

Un Governo che continua nella sua politica recessiva e che non sta facendo nulla per ridurre i costi del ceto politico, nella lotta  agli sprechi e i costi ancora esorbitanti dello Stato centrale e dei tanti enti strumentali, agenzie, società partecipate e consorzi che impropriamente svolgono alcune funzioni.

Per la Basilicata, poi, tutto ciò aprirebbe la strada alla cancellazione della Regione , malgrado le tante risorse idriche, energetiche ed ambientali che offre al  Paese in cambio di nulla.

Il sindacato e la UILFPL non intendono mettersi di traverso rispetto alla necessità di contribuire al risanamento dell’economia, ma questi provvedimenti tutto fanno fuorché  stimolare  la crescita.

E’ una vera follia far coincidere la Provincia con l’intera regione, poiché delle due l’una: o è superflua la Provincia, oppure non ha senso la Regione.

Le scelte sbagliate vanno corrette ed è ciò che bisogna fare dando alle due province quelle funzioni  di area vasta, comprese l’edilizia scolastica, la formazione e il mercato del lavoro, razionalizzando la macchina amministrativa e valorizzando le professionalità dei dipendenti, astenendosi dal mettere in campo illogici processi di mobilità.

Come ricordava il Presidente dell’UPI, negli ultimi anni le Province lucane hanno già ridotto drasticamente i costi del personale e quelli per il funzionamento degli organi e della politica per un totale di circa 11 milioni di euro, perciò ci sono tutte condizioni perché si possa intervenire nell’interesse delle Comunità locali.

La UIL FPL continuerà la sua battaglia in difesa delle nostre province

 ( ridisegnando per Matera eventualmente un nuovo perimetro) e chiede pertanto alla regione di attivare immediatamente un tavolo di confronto in modo da costruire una proposta condivisa da portare al Governo.

                                                                                   Il Segretario Regionale UIL FPL

                                                                                            Antonio Guglielmi

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.