Stabilizzare contratti in essere, precariato va ridotto o eliminato

346

Condividiamo le dichiarazioni del Ministro D’Alia, sui precari della pubblica amministrazione, perché riteniamo che il fenomeno precariato vada ridotto o eliminato, stabilizzando gli attuali contratti in essere, altrimenti alla scadenza del dicembre 2013 ci sarà un deterioramento della funzionalità della P.A.

Quello che non ci convince riguarda l’ulteriore blocco dei contratti dei lavoratori del pubblico impiego anche per il 2014. La contrattazione nazionale è bloccata dal 2009, così come il contratto decentrato e il salario individuale dei dipendenti, i quali hanno già ampiamente dimostrato la propria responsabilità.

Il blocco di tutti i contratti raggiunge ormai i 4 anni e finora ha portato a una perdita del potere d’acquisto delle retribuzioni pubbliche dell’8%. Noi abbiamo fornito al Ministro anche una soluzione attraverso una proposta per rinnovare i contratti, tenendo conto della situazione economica del Paese. Dunque, non accetteremo ulteriori rinvii dei contratti dei lavoratori pubblici. Non vorremo che il clima si surriscaldasse. Non ci sono altre soluzioni: bisogna immediatamente ripristinare e riqualificare la dinamica contrattuale nel pubblico impiego, rinnovando i contratti.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.