Sanita’: Rischio paralisi

321

guldownload (14)La carenza drammatica di personale sanitario che rischia di far collassare l’intero sistema, di cui la UILFPL si è fatta interprete già dalla scorsa settimana, non riguarda solo l’Azienda Ospedaliera S. Carlo (che, tra l’altro, ha risposto ad una sigla sindacale che sta provvedendo ad assumere il personale richiesto), ma tutte le strutture ospedaliere sedi di Pronto soccorso attivo. L’Ospedale di Melfi, per esempio, sta letteralmente scoppiando e, se non si interviene rapidamente, l’alternativa sarebbe la chiusura di interi reparti. Ma la stessa cosa succede all’ospedale di Lagonegro, soprattutto nel reparto di medicina.

Abbiamo notizie che la Regione ed il Presidente in particolare stanno finalmente intervenendo, è però necessario risolvere il problema in pochi giorni, altrimenti il rischio che la macchina sanitaria regionale si fermi è altissimo.

La UILFPL, pertanto, nel reiterare la richiesta alla Regione e alle Aziende sanitarie di risolvere strutturalmente il problema, d’intesa con le altre OO.SS., preannuncia iniziative di mobilitazione del personale in quelle strutture che non possono più assicurare i servizi.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.