RSU 2022, UIL FPL primo sindacato in Basilicata

437

Dallo spoglio delle schede delle RSU 20222 la UIL FPL Basilicata registra un successo importante che conferma e rafforza il suo primato nella Sanità regionale e nelle autonomie locali, conquistando oltre il 35% dei consensi in queste RSU. Nello specifico, per quanto riguarda Sanità raggiunge punte straordinarie del 44% nell’AOR San Carlo e del 37 % all’ASP. E ancora. La UIL FPL è largamente in testa sia all’ARPAB e inoltre il 50% dei comuni dell’intera regione.

“Questo straordinario risultato – dichiara Antonio Guglielmi, segretario regionale UIL FPL Basilicata – viene ottenuto all’interno di una straordinaria partecipazione al voto che si attesta tra 85 e 90. È del tutto evidente che il sindacato è ancora attrattivo, sa essere contemporaneo, e svolge una straordinaria funzione di difesa dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori. La politica, che ottiene risultati ben più modesti, deve quindi riflettere quando cerca di escludere il sindacato, le lavoratrici ed i lavoratori, dalle scelte strategiche per il futuro della Basilicata. Il risultato raggiunto dalla nostra organizzazione in queste RSU – conclude Guglielmi- conferma sì l’efficacia della nostra azione svolta in questi anni e accresce altresì le nostre responsabilità alle quali risponderemo con rinnovato impegno e maggiore determinazione.”
“Ringrazio il gruppo dirigente della UIL FPL, i candidati e le candidate, per il grande impegno profuso in questa campagna elettorale e per aver svolto in questi anni una funzione importante nella difesa dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, nella fase storica più difficile vissuta quotidianamente nei settori che oggi rappresentiamo”. Così dichiara Vincenzo Tortorelli, segretario generale UIL Basilicata. “La grande partecipazione a queste RSU – continua Tortorelli – è un dato ancora più rilevante considerate le difficoltà determinate dalla pandemia, tutt’ora in corso. Il sindacato confederale – conclude Tortorelli ne esce rafforzato e determina l’apertura di una fase nuova. Adesso ci vuole un confronto che passi necessariamente attraverso il riconoscimento della rappresentanza dei lavoratori e che punti ad un rafforzamento dei diritti e al rinnovamento della P.A. lucana attraverso concorsi, assunzioni e stabilizzazioni. Il primato raggiunto rappresenta anche lo stato di salute ottimale dell’intera UIL di Basilicata, collocandola al vertice dell’organizzazione sindacale nazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.