Royalties petrolio, giù le mani dalla Sanità e dall’Università

150

La UIL FPL esprime tutta la sua contrarietà per quanto accaduto nell’ultimo Consiglio Regionale. Non è nostro interesse entrare nel merito delle beghe politiche, ma rifiutiamo l’idea che si possano sottrarre risorse a comparti fondamentali e strategici come la sanità verso altre destinazioni. Ci sembra quanto mai paradossale che, in un momento così delicato e in cui vengono richiesti sforzi ai cittadini e al personale sanitario, la massima assise lucana si sia riunita per discutere di un’ipotesi, peraltro fantasiosa, di redistribuzione delle royalties petrolifere a discapito dei servizi più importanti per la tenuta del welfare state e del futuro della nostra terra. Sottrarre risorse preziose alla sanità ed alla formazione universitaria vuol dire minare il futuro della Basilicata per una visione miope del futuro della nostra comunità. La stagione pandemica che stiamo vivendo  e che interessa anche la comunità lucana in maniera importante, deve vedere impegnata la politica tutta all’adozione di misure per contrastare efficacemente il contagio e le conseguenze che stanno minando i tessuti economici e produttivi più esposti. Così come invochiamo un impegno reale e concreto per arginare la  carenza di personale nelle Aziende Sanitarie, procedendo  ai concorsi ed alle stabilizzazioni, così come stiamo chiedendo di diversi mesi.

Il Segretario Regionale
Antonio Guglielmi

Il Segretario Regionale Aggiunto
Giuseppe Verrastro

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.