RITIRARE IL PROVVEDIMENTO DI SCOMPOSIZIONE DELL’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI POTENZA

346

UIL_FPL_1 (2)La sconcertante decisione di scomporre l’Ufficio Stampa del Comune tra Consiglio e Giunta e l’allontanamento dal Palazzo di Città della Responsabile dell’Ufficio con relativo demansionamento e affidamento della sola comunicazione relativa al Consiglio Comunale, rappresenta un atto di arroganza politica ed istituzionale inaccettabile nonché giuridicamente insostenibile. Il provvedimento unilaterale dell’Amministrazione comunale di Potenza è in contrasto con ogni criterio di funzionalità ed organicità ed è in contrasto con l’attuale modello organizzativo dell’Ente. L’Ufficio stampa del Comune di Potenza è da sempre riconosciuto come il più attivo ed efficiente e da anni, ben 22, è guidato con professionalità ed imparzialità dall’attuale responsabile, giornalista professionista, che ha sempre svolto il ruolo di Addetto Stampa del Comune occupandosi senza distinzione della comunicazione relativa alla Giunta, al  Consiglio e all’ Ente in generale. Inoltre da anni la responsabile dell’Ufficio Stampa era stata nominata Responsabile dell’intera area Comunicazione dell’Ente comprendendo anche la gestione dell’URP. Ad avviso della scrivente pertanto la scomposizione di tale Ufficio  mal cela una vergognosa “rappresaglia” di carattere personale ancora più inquietante in quanto colpisce un dipendente nella sua dignità professionale fino ad arrivare al demansionamento. La scrivente fa notare che la stessa responsabile aveva già provveduto da anni ad affidare al suo collaboratore il compito di seguire la comunicazione relativa al Consiglio comunale. Adesso il collaboratore “scavalca” la responsabile cui viene affidata solo la comunicazione del Consiglio.

La UILFPL, pertanto, chiede l’immediato ritiro del provvedimento poiché illegittimo, immotivato e discriminatorio  a maggior ragione perché prevede l’allontanamento dalla sede dell’Ufficio Stampa, nel Palazzo di Città,  di una sola unità e non dell’intero organico e, qualora l’Amministrazione dovesse persistere in tale atteggiamento, si adopererà in tutte le sedi a tutela della dignità e della professionalità dei lavoratori. Ci pare che in questo momento il Comune di Potenza abbia  ben altre cose da fare e pensare che allontanare dipendenti la cui professionalità non può in nessun caso essere messa in discussione e che hanno l’unica colpa di non essere graditi.

                                                                                                                                                                                                                                La UIL FPL di Basilicata

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.