Regione; Uil Fpl Basilicata su nomina nuovi dirigenti

409

DSCN2337Le ultime nomine dirigenziali segnano un brusco ritorno all’antico. La Uil Fpl – è sottolineato in una nota – chiede da tempo un’inversione di rotta che tenda a valorizzare il personale interno che da anni opera con dedizione presso questa Amministrazione e che da anni aspetta selezioni ed attribuzioni di incarichi seri basati sull’ esperienza e le competenze per legittimare aspettative legittime da anni. Nell’ultima nota inviata alla stampa il 6 giugno u.s. sono stati ribaditi concetti e proposte per una seria riorganizzazione degli uffici e delle conseguenti attribuzioni di incarichi. Su questo l’Amministrazione ha prospettato un percorso, che prevede la modifica della L.R. 12/96, con tempi lunghi che significa arrivare almeno in autunno. Non va bene!!! L’inversione di marcia propagandata e proclamata in più sedi – continua la Uil Fpl – sta dimostrando tutti i suoi limiti;in realtà , è stata innestata una retromarcia che alimenta il malcontento del personale che da anni, oltre a vedersi bloccato il contratto di lavoro, vede allontanarsi anche legittime aspirazioni, il tutto a discapito del buon funzionamento della macchina amministrativa.
Si conferma l’aleatorietà e contraddittorietà della politica regionale sulla valorizzazione delle professionalità interne, già emersa con il comportamento non lineare dei consiglieri regionali durante il tormentato iter che ha portato all’approvazione del noto o.d.g. da parte del Consiglio Regionale per conferire gli incarichi dirigenziali ai funzionari interni. E’ quanto mai opportuno che le RSU, le organizzazioni sindacali ed i lavoratori – conclude la nota – discutano subito e facciano sentire il loro dissenso verso una politica incapace di cambiare”.

                                                             Il Segretario Aziendale

                                                                   Mario Lorenzino

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.