Regione Basilicata, più concorsi e meno long list

428

Cambiano i governi ma non i metodi. La Regione Basilicata ancora una volta fa ricorso alle long list di professionisti, non considerando ancora una volta il merito e le risorse interne di cui il massimo ente è dotato. Pensavamo che con il nuovo corso politico, che ha fatto del cambiamento un vero e proprio slogan elettorale, si poteva finalmente avviare una stagione di concorsi e rinnovamento della PA, così come ben fatto in ARPAB, e invece ci troviamo di nuovo a dover fare i conti con un metodo che non premia la qualità dei dipendenti e non permette ai tanti giovani lucani di poter contribuire concretamente alla scrittura di nuove politiche di sviluppo, innovative nel metodo e nel merito. Ma gli slogan elettorali, seppur vincenti, hanno le gambe corte e la realtà dei fatti si sta mostrando completamente diversa da quella paventata. La Regione Basilicata ha bisogno di guardare con coraggio al futuro, aprendo una stagione di concorsi pubblici basati su meriti e trasparenza, per poter permettere ai cittadini lucani di avere un ente all’altezza delle sfide che si prospettano con l’imminente esecuzione del PNRR. Riteniamo quindi necessario un ripensamento da parte della Giunta Regionale sul ricorso all’ennesimo elenco regionale di professionisti da affiancare al personale interno, e di puntare con coraggio ad aprire, con opportuni concorsi, le maglie della propria macchina burocratica ai tanti professionisti lucani, soprattutto i giovani, che meritano qualcosa di più delle semplici long-list.

Potenza,23/07/2021

Il Segretario Regionale aggiunto UIL FPL
Verrastro Giuseppe

Il Segretario Aziendale Regione Basilicata UIL FPL
Giorgio Rocco

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.