Posizioni organizzative Regione Basilicata, Uil Fpl: “Il tempo dell’attesa è finito, ora bisogna dare risposte ai problemi”

34

Con la nomina dei dirigenti generali dovrebbe avviarsi il tanto atteso percorso di riorganizzazione degli uffici. Si attende la nomina dei dirigenti degli uffici e poi bisognerà subito procedere all’assegnazione delle posizioni organizzative. Ai nuovi dirigenti generali facciamo gli auguri di buon lavoro, auspicando che ci sia davvero e concretamente quel cambio di passo tanto atteso dai lavoratori e dai lucani. Nella delegazione trattante del 7 ottobre sono state affrontate diverse questioni su cui più volte e da tempo la UIL FPL e le altre organizzazioni sindacali hanno battagliato e incalzato la Regione. In primis va affrontata l’urgenza dovuta alla carenza di personale e in merito abbiamo sollecitato l’assunzione dei precari sottoposti alla recente prova selettiva. Su questo l’amministrazione ha comunicato che entro ottobre la Commissione dovrebbe chiudere la valutazione delle prove. Per le progressioni verticali la Commissione ha concluso i lavori. Inoltre, passano a full time 12 lavoratori tra cui i forestali. Rimane ancora un tabù la formazione del personale: purtroppo ciò denota la scarsa attenzione verso il personale, laddove invece la UIL FPL ritiene che il capitale umano sia la vera risorsa su cui investire per migliorare la qualità dei servizi.

– Produttività 2020: sarà pagata entro dicembre di quest’anno.

– Progressioni economiche 2020: abbiamo sollecitato affinché l’OIV chiuda tutte le procedure e si pubblichi l’avviso e in modo da onorare l’accordo sottoscritto che riguardava le progressioni 2018, 2019 e 2020.

– Produttività 2021: c’è un incremento significativo delle risorse.

– Aumentano le risorse anche per le indennità di disagio, incluse quelle degli autisti su cui avevamo chiesto più volte un adeguamento.

– Confermate le risorse per lo straordinario.

– Stanziate ulteriore risorse per le specifiche responsabilità.

Sono tante questioni su cui anche la nuova dirigenza delle direzioni e degli uffici dovrà prestare particolare sensibilità e attenzione. È un compito arduo, dopo un lungo periodo di stasi, ma bisogna rimboccarsi le maniche ed aprire il confronto con i sindacati attraverso un tavolo permanente di discussione.
La Uil-Fpl sollecita altresì la politica regionale a destarsi e ad uscire dal torpore sui temi della più generale riforma della governance regionale anche per definire cosa deve fare l’amministrazione e cosa gli altri enti gestionali sul territorio. In tema di green Pass e smart-working, l’amministrazione attende le direttive per adottare i necessari e conseguenti provvedimenti entro il 15 ottobre. La UIL FPL ritiene che anche su questi temi, in particolare sullo smart-working, è necessario il confronto in modo da poter utilizzare al meglio questa modalità di lavoro, nell’interesse sia dei lavoratori che dell’amministrazione e dei cittadini che meritano servizi efficienti.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.