il debito pubblico italiano continua a salire

540

L’Eurostat conferma, oggi, che il debito pubblico italiano continua a salire, tanto da raggiungere una percentuale stratosferica nel rapporto debito/Pil.

Bisogna, quindi, invertire le scelte di politica economica: per rilanciare l’economia e abbattere il debito è necessario abbandonare l’austerity e puntare allo sviluppo. Tale politica, infatti, non fa altro che far precipitare il nostro Paese in una spirale rischiosa.

L’Eurostat testimonia anche che, nel complesso della zona euro, prosegue la crescita del debito pubblico in rapporto al Pil dell’area, e ciò avviene anche nell’intera Ue.

Bisogna uscire da questa spirale e aggredire la crisi con politiche non recessive escludendo gli investimenti pubblici dal rapporto deficit/pil. Ormai è talmente evidente questa necessità che la stessa Ue ha deciso di dare più tempo ai paesi in difficoltà.

Continuiamo a pensare, inoltre, che sia necessario modificare anche i Trattati: non si può insistere con la ricetta di una ripresa controllata nel rigore. Bisogna che la politica si riappropri dell’Europa e che si stabilisca che il governo sia eletto dai cittadini, come pure che la Banca Europea svolga la funzione di istituto che emetta moneta.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.