Finalmente una buona notizia

380

Il presidente Draghi però ha aggiunto la sua preoccupazione per ripresa lenta e graduale

Finalmente una buona notizia, anche se controbilanciata da un’analisi della situazione economica che resta preoccupante. Infatti, il presidente della Bce, Mario Draghi, ha deciso di tagliare i tassi da 0,50% a 0,25%, prevedendo che resteranno bassi per un periodo prolungato. A questo però ha aggiunto la sua preoccupazione per una ripresa che sarà lenta e graduale.

Solo per l’Italia vi sono dubbi da parte della UE sulla tenuta dei parametri e dei riflessi negativi sull’economia. Infatti, il nostro tessuto economico continua ad essere in crisi e la produzione industriale continua a registrare cali su base annua e su base mensile.

Noi da tempo abbiamo sostenuto un profondo cambiamento della politica economica europea di austerity. Bisognerebbe svegliarsi e acquisire una coscienza comune, per tentare di avviare un piano di sviluppo reale. Bisogna investire al più presto risorse per far crescere l’economia produttiva e l’occupazione, vera emergenza generale.

Questa ulteriore riduzione dei tassi è un fatto importante, ma bisognerebbe approfittarne e passare a interventi concreti altrimenti il sogno dell’Europa voluta dai padri fondatori rischia di essere vanificato per sempre.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.