Diffida formale all’ASP di Potenza per mancati pagamenti degli straordinari arretrati, dell’ALPI 2019 e dell’incentivazione prevista dal Cura Italia

247

La UIL FPL, ritenendo gravissimo ed inaccettabile il mancato pagamento di alcune spettanze, è costretta a diffidare l’ASP di Potenza a retribuire gli straordinari svolti dai lavoratori a gennaio e febbraio scorso e non ancora retribuiti ad oggi, dopo ben quattro mesi dalla loro effettuazione, nonché l’Attività Libero Professionale (ALPI) 2019 e il Bonus previsto dal D.L. Cura Italia.

Il mancato pagamento delle suddette spettanze, che avevamo già previsto e segnalato una settimana fa, è un chiaro sintomo di disorganizzazione in cui versa l’ASP che ci auguriamo possa adoperarsi immediatamente affinché con la mensilità di maggio 2020 si saldino. Nel frattempo i lavoratori si prestano con senso del dovere alle esigenze straordinarie perché sono consapevoli che svolgono un’attività di primaria importanza rivolta a persone in stato di bisogno, ma è doveroso che l’azienda rispetti i dipendenti pagando loro quanto previsto dal contratto e nei tempi dovuti.

Oltre al mancato rispetto contrattuale c’è anche un comportamento irrispettoso nei confronti dei lavoratori che non sono stati neppure “ristorati” delle spettanze previste dal DL Cura Italia, considerato il particolare momento legato all’emergenza per il contrasto alla diffusione dell’infezione da COVID-19 e per quanto è stato fatto per garantire l’assistenza sanitaria.

La UIL FPL nel ribadire la richiesta di soddisfare le legittime aspettative dei dipendenti, si attiverà in tutte le sedi per difendere i diritti dei lavoratori così fortemente danneggiati in questa occasione.

Potenza, 27/04/2020

                      UIL FPL

                      Antonio Guglielmi

                      Raffaele Pisani

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.