Dati contraddittori nell’economia Europea e Italiana

363

Eurostat, ISTAT e Banca d’Italia confermano che i problemi non sono risolti

Dati contraddittori nell’economia, anche se qualche spiraglio di fiducia comincia a fare capolino. Le informazioni che arrivano da Eurostat, ISTAT, e Banca d’Italia confermano che i problemi non sono risolti.

I prezzi del carrello della spesa, cioè dei beni di più largo consumo, pur restando stabili ad agosto  rispetto al mese precedente, comunque registrano un aumento su base anno. Mentre l’inflazione e’ in frenata con un crollo su base annua nell’intera Eurozona.

Infine, segnali favorevoli provengono, secondo Bankitalia, dalle famiglie, dalle imprese e dall’andamento della produzione e indicherebbero una ripresa della fiducia.

Rispetto a tutto ciò il Governo dovrà intervenire al più presto. Senza tergiversare e con un po’ di coraggio dovrà cominciare a rilanciare l’economia per cogliere questi primi segnali di speranza di ripresa.

La stessa Unione Europea, dovrà cambiare registro ed affidare alla Banca Europea il ruolo di sostegno alla ripresa e non di controllo solo dell’inflazione precipitata ai minimi termini.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.