Bene Conferenza Nazionale disabilità, ora si concretizzino interventi

608

“Bilancio positivo beneaugurante”all’indomani dalla IV Conferenza Nazionale sulle politiche della disabilità.

“Si è registrata piena condivisione e totale sintonia tra tutti gli attori istituzionali, associativi e sociali ed operatori di settore accorsi numerosi all’appuntamento di Bologna rispetto all’esigenza di imprimere maggiore attenzione propulsiva in tema di disabilità, in un momento di crisi ostico per tutti e, dunque, a ragion veduta per chi già vive questo disagio sociale. Esprimiamo un particolare apprezzamento per l’autorevole regia del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che ne ha promosso l’evento e che attraverso il Vice-Ministro Guerra, che ha rappresentato un po’ l’anima dell’evento, ed il Ministro Giovannini ha annunciato la decisione di aumentare il fondo per le assunzioni dei disabili  a 20 milioni di euro.

Abbattere le barriere sociali, architettoniche e soprattutto culturali sarà la priorità di intervento, con la finalità di aumentare gli standard di accessibilità ed inclusione a tutti i livelli, in primis nell’ambito professionale e della formazione, in cui le persone disabili vengano menzionate come ‘differenti’ ma non ‘diverse’.

Occorrerà, inoltre, accelerare nel campo della Prevenzione, ancora insufficiente, monitorando ed orientando efficaci misure di sensibilizzazione e di regolamentazione in raccordo con le realtà territoriali e periferiche.

Il programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, elaborato con competenza e generosità dall’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità cui va il nostro sincero plauso, e di cui fa parte il nostro rappresentante il dott. Sergio Ricci, può costituire in tal senso un ottimo punto di partenza  coadiuvato, però, dalla necessaria disponibilità attuativa, così come manifestato, del Governo e delle Istituzioni, tenendo ben presente che investire in Salute e Welfare non rappresenti un costo, ma un valore.”

 

 

 

 

Articolo precedenteRivista Effepielle n.10
Articolo successivoComunicato
La Unione Italiana del Lavoro Federazione Poteri Locali è un’organizzazione sindacale democratica che, prescindendo dalle convinzioni politiche e religiose dei suoi aderenti associa i lavoratori appartenenti a tutti i ruoli, profili e posizioni funzionali previsti nei settori delle Autonomie Locali, della Sanità e del Terzo Settore.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.