Approvata la delibera dalla Giunta regionale su stabilizzazione dei precari

353
Foto Cecilia Fabiano/ LaPresse 20 Ottobre 2020 Roma (Italia) Cronaca Ritorno alle terapie intensive, la seconda ondata richiede nuovamente un grande impegno dei sanitari Nella Foto: Reparto di Terapia intensiva del Covid 3 ICC Casalpalocco Photo Cecilia Fabiano/LaPresse October 20, 2020 Roma (Italy) News Coronavirus second wave: workers attend to a COVID-19 patient at one of the intensive care units In The Pic: Intensive Care of the ICC Casal Palocco

Approvata la Delibera  per stabilizzare i precari della Sanità che in questi ultimi due anni hanno prestato la loro preziosa opera nel contrasto alla pandemia. Finalmente un  passo verso il rafforzamento della Sanità regionale. Un modello messo a dura prova dalla pandemia e che deve essere ripensato e rafforzato. Ora non c’è più tempo da perdere le Aziende recepiscano in fretta i criteri. Dallo scorso anno  abbiamo seguito un percorso serrato di confronto con l’assessorato alla Sanità regionale per trovare ogni possibile spazio normativo volto a dare stabilità a chi è entrato nel sistema sanitario regionale in piena pandemia, e ha dato il proprio contributo in un momento estremamente critico per la tutela della salute dei cittadini, nei principali nosocomi della Basilicata  e nei servizi al territorio. Un confronto che ha portato i suoi frutti. Dalla proroga, alla norma inserita in legge di bilancio, le richieste sindacali volte a dare dignità e futuro agli operatori sanitari e socio sanitari contrattualizzati in era Covid sono diventate esigibili: saranno attivate le  procedure di stabilizzazione, previste dopo il 30 giugno, per dare modo di garantire la stabilizzazione a chi maturerà i requisiti entro quel termine ultimo è stata fissata la data entro cui le Aziende dovranno garantire la pubblicazione simultanea degli avvisi per la stabilizzazione.  L’obiettivo è che nessun lavoratore esca dal sistema, arrivando ad assumere a tempo indeterminato ognuno di loro. Naturalmente  vigileremo sul rispetto dei tempi e delle modalità di attuazione di ogni punto dell’accordo, sempre e comunque mettendo al centro la dignità del lavoro e la massima tutela di chi opera al servizio dei cittadini, che ha affrontato, nell’ordinario come nello straordinario, forse gli anni più difficili mai registrati negli ultimi decenni, in una Regione che  ha pagato più di altre l’assenza di ricambio generazionale.

Potenza,06/07/2022

 

Il Segretario Regionale aggiunto UIL FPL

Verrastro Giuseppe

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.