UILTUCS-UIL FPL: BENE INCONTRO IN REGIONE SU PIANI SOCIALI ZONA

22

“Le Segreterie Regionali della UILTUCS e della UIL FPL di Basilicata esprimono soddisfazione per l’incontro tenutosi in regione con le OO.SS per discutere sui piani sociali di zona. Infatti è stato sottolineato l’enorme lavoro fatto da parte della Regione Basilicata, nell’erogazione entro l’anno 2016 del residuo del 10% (con il 90% già erogato in precedenza),ai Comuni per i Piani sociali di zona,nonché la proroga trimestrale effettuata per dare la possibilità di formazione ai Comuni Capofila, al fine di poter sottoscrivere le convenzioni con gli enti per far continuare i servizi. Ad oggi però abbiamo riscontrato che mancano ancora 5 comuni che non hanno sottoscritto la convenzione. Ad oggi gli stessi nonostante le sollecitazioni scritte e verbali dalla Regione, non le hanno attivate mostrando un totale disinteresse sulla materia. La situazione più sconcertante,nonostante i Comuni Capofila, abbiano incassato i soldi erogati da parte della Regione il 15/12/2016 mandati N°9814 e N°9513, che risultano esserci soprattutto Comuni(es. SENISE) che non ha erogato i fondi anno 2016 nonché 3/12 del 2017,mettendo a forte rischio i servizi e soprattutto le spettanze stipendiali dei lavoratori del settore.
Nell’incontro di oggi abbiamo chiarito ancora una volta che occorre un cambio di passo che oltre a dare le attese risposte economiche ai lavoratori che operano in tale ambito, si riesca a dare finalmente centralità all’asse dei servizi socio-assistenziali. Proprio nel momento in cui sembrava che tutto il lavoro con la politica Regionale,aveva dato i suoi frutti, oggi si riesce ad essere smentiti dalle “brutte pratiche”’ adottate da questi Comuni. Per la prima volta, infatti, dopo tante discussioni con l’Assessorato al ramo si è riusciti a far liquidare buona parte delle risorse annuali per dare continuità ad un servizio che riveste un ruolo-fondamentale-sul-nostro-territorio. Inoltre abbiamo chiesto con forza di liquidare le restanti somme dell’anno 2017,ma soprattutto di vigilare su tali inadempienze comunali.
A tal proposito l’Assessorato si è impegnato ad interloquire con ANCI ed allo stesso tempo di convocare un tavolo tecnico,al fine di trovare soluzioni per la risoluzione dei problemi legati da un lato a vigilare sui mancati pagamenti,e dall’altra ad accelerare i meccanismi di pagamento che creano disagi e mancati introiti ai lavoratori di tali servizi. Abbiamo chiesto infine che vengano sollecitati i Comuni a fornire tutti i dati all’INPS,altrimenti non si conoscono realmente le situazioni dei vari Comuni della Regione.
Per la UILTUCS e la UIL FPL è fondamentale che i 5 Comuni interessati si attivino in tempi celeri ,per le sottoscrizioni delle Convenzioni,in quanto il sistema dei servizi alla persona ed i lavoratori non possono più scontare e pagare i problemi burocratici e la lentezza di azione a cui sono chiamati gli amministratori dei territori”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.