RISARCITI I DIPENDENTI ARPAB DAL GIUDICE DEL LAVORO PER NON AVER PRESO LA PRODUTTIVITA’ NEGLI ANNI 2014 2015

89

La UIL FPL è ricorsa al Giudice del Lavoro di Potenza,tramite l’azione del proprio legale Avv. Loredana Albano,al fine di far risarcire i lavoratori dell’ARPAB  a cui negli anni 2014 e 2015 gli è stata negata la produttività collettiva individuale. Il Giudice del Lavoro con sentenza 1052/2017, del 21/11/2017 ha accolto il ricorso e condannato l’ARPAB  a risarcire il danno che hanno subito i dipendenti. Una sentenza che conferma  l’operato della Giunta Regionale di Basilicata,che aveva adempiuto a tutti gli atti propedeutici, ovvero alla costituzione dell’OIV, ma che condanna in pieno l’atteggiamento degli allora dirigenti dell’Arpab. In definitiva il Giudice del Lavoro dichiara che il mancato  pagamento è da attribuirsi non alla mancata istituzione dell’OIV che la Regione aveva provveduto a nominare ,ma dalla mancata adozione  da parte di ARPAB  del piano delle Performance 2014-2016 e 2015 2017 adempimento quest’ultimo  di esclusiva pertinenza dell’Azienda. La UIL FPL,inoltre, si appella all’Avvocatura dello Stato affinché non  ricorra in Appello in quanto ulteriormente gravoso per le casse dell’ente che potrebbe essere nuovamente ricondannato alle spese legali. La UIL FPL, nell’esprimere soddisfazione per il risultato raggiunto, comunica che è a disposizione anche degli altri dipendenti dell’ARPAB che non avessero prodotto ricorso e che si attiverà eventualmente anche in appello in difesa degli interessi degli operatori dell’ARPAB.

                                                                        Per la Segreteria Regionale UIL FPL

                                                                                       Verrastro Giuseppe

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.