Regione: ritardi e confusione dell’amministrazione penalizzano i lavoratori.

65

UIL_FPL

Si è svolta ieri la riunione della delegazione trattante che, purtroppo, anziché segnare l’inizio di un nuovo percorso è stata, come già era noto, la coda di un passato che si fatica a superare.

Sulla ipotesi di contratto collettivo decentrato per il 2015 la UIL ha dichiarato il suo assenso solo per senso di responsabilità e per il rispetto  verso i lavoratori, le cui aspettative sono da molto tempo disattese.

–          Progressioni economiche: la UIL ritiene che si debba procedere ad assegnare il 40% per il 2015, utilizzando i vecchi criteri previsti dalla DGR n. 1574/2005 soltanto al fine di non vanificare quanto concordato ed evitare ulteriori rinvii; l’adozione di tali criteri, che generano molte perplessità, deve essere limitata al bando 2015 e contestualmente si dovrà procedere alla predisposizione di nuovi criteri per il bando 2016.

–          Ruolo unico regionale: la UIL esprime preoccupazione per i ritardi e la confusione con cui si sta realizzando il ruolo unico tra Giunta e Consiglio: si vive ancora in una fase di transizione che genera equivoci e malumori tra il personale. Per questo è stato chiesto di istituire subito un tavolo tecnico tra amministrazione e sindacati, per analizzare e capire quali sono i problemi che ostacolano un percorso che, come già si è verificato per il ruolo dirigenziale, doveva già essere concluso.

–          P.O: con DGR n. 1662/2015 è stata approvata la disciplina delle P.O.. Ancora non si conoscono numero e ripartizione per ogni dipartimento ed ufficio. Su questo, nei prossimi giorni, si dovranno cimentare i dirigenti generali ed i dirigenti degli uffici, anche per definire la declaratoria delle singole P.O.. La UIL ha chiesto di operare con rigore e chiarezza, affinchè nell’assegnazione vengano effettivamente valorizzate le professionalità e le competenze.

–          Progressioni verticali: è ingiustificabile il ritardo dell’amministrazione che ancora non ha adottato alcun atto per iniziare lo scorrimento delle graduatorie, disattendendo a quanto si era concordato da tempo con i sindacati. La UIL, ancora una volta, sollecita l’amministrazione a rispettare gli accordi provvedendo subito ad approvare gli atti dovuti.

La Uil sollecita amministrazione regionale a rispettare gli accordi presi e le chiede altresì  di modificare il modus operandi, basato su un permanente stato di emergenza, a volte oggettivo e causato dal contesto generale, ma altre volte determinato ad arte dalla politica locale, che rischia di alimentare distorsione dei meriti e dei bisogni dei lavoratori senza peraltro migliorare i servizi erogati ai cittadini.

 Il Segretario Aziendale UIL   FPL          Il Segretario Regionale   UIL FPL           RSU UIL FPL

        Rocco  Giorgio                                              Antonio Guglielmi

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.