Regione: chiuso l’accordo sulla progressione economica 2018

129

La delegazione trattante alla Regione nella riunione di ieri 12 novembre ha trovato l’accordo sulla progressione economica 2018.

In particolare l’accordo prevede:

  • Un Piano pluriennale per le progressioni economiche, con la relativa previsione di spesa per ciascuna annualità;
  • Progressione economica 2018: previsione di spesa di circa 600.000 euro per fare la progressione di oltre 650 lavoratori su un totale in servizio di 1387. La progressione riguarda il 95% della categoria A (21 su 22 dipendenti), l’80% della categoria B (60 su 75), il 55% della categoria C (241 su 439) ed il 30% della categoria D (200 su 667);
  • accordo di solidarietà: è stato proposto che chi beneficia della progressione economica lascia qualcosa (ad es. una percentuale del 10%) che viene riversato sul fondo. Su questo l’amministrazione si è riservata di fare le opportune verifiche di fattibilità; la UIL ha proposto di escludere le categorie A e B da quest’accordo di solidarietà;
  • criteri per la progressione 2018: esiste già l’accordo sottoscritto tra sindacati, RSU ed amministrazione e ratificato con la DGR n. 1420/2017 . Su questo aspetto, la CGIL e la UIL hanno chiesto di rivederlo in alcune parti, fermo restando la priorità di procedere velocemente senza perdere ulteriore tempo al fine di non compromettere la realizzazione dell’avviso per le progressioni economiche nel 2018.

Fondo 2018: l’ipotesi è alla verifica preliminare dei revisori; dopo il parere di questi si può chiudere definitivamente l’accordo su fondo e progressioni economiche 2018.

Posizioni organizzative. Nel corso della riunione l’amministrazione ha comunicato che sta predisponendo una proposta per il rinnovo delle posizioni organizzative che, a seguito del nuovo CCNL 2016-2018, scadono a maggio 2019, come confermato anche dall’ARAN. Di questa proposta dell’amministrazione verremo a conoscenza dei dettagli nei prossimi giorni.

Stabilizzazione personale (forestali, Alsia): si attende l’approvazione del consolidato 2017 del bilancio che dovrebbe avvenire entro il mese di novembre.

Produttività 2017: l’amministrazione non ha fornito certezza sul pagamento entro dicembre 2018.

La UIL ringrazia le RSU che si sono impegnate per arrivare a fare una proposta condivisa ed utile per i lavoratori, facendo prevalere lo spirito di solidarietà tra le diverse categorie e con una particolare attenzione per quelle che percepiscono un reddito più basso.

Siamo nel pieno di una intensa stagione sindacale, tra il contratto nazionale in scadenza a dicembre ed il nuovo da discutere ed approvare per i prossimi anni. Contestualmente bisogna concentrarsi su importanti questioni che attengono alla contrattazione decentrata, tra cui il fondo 2018 ed il rinnovo delle P.O.. Sono temi che toccano la carne viva dei lavoratori e su cui la UIL non mancherà di far sentire la sua presenza concreta con determinazione e puntualità.

 

 Il segretario regionale UIL FPL           Il segretario aziendale UIL FPL            RSU UIL     

       Antonio Guglielmi                                      Rocco Giorgio                     Giovanni Zuccarella 

                                                                                                                         Giovanni Votta

                                                                                                                           Tommaso Romeo

                                                                                                                 Maria Rosa D’Andrea

                                                                                                                          Donato Sabia

                                                                                                                           Mario Gifuni 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.