Potenza, un vero calvario per ciechi ed ipovedenti

51

Una città invivibile per ciechi ed ipovedenti. Zero in pagella per la mobilità urbana, con criticità raddoppiate dopo l’entrata in vigore del nuovo Piano di Trasporto Pubblico Urbano. Nello specifico: tempi di percorrenza duplicati, difficoltà logistiche, ore ed ore per muoversi da un punto all’altro della città.

La prova è venuta ieri mattina al termine della giornata di sperimentazione di alcuni percorsi con autobus e scale mobili della città. Un’iniziativa promossa dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti onlus di Potenza in occasione della Giornata Nazionale del Braille istituita con legge n. 127 del 3 agosto 2007 allo scopo di “promuovere idonee iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, nonché studi, convegni, incontri e dibattiti presso le scuole e i principali massmedia, per richiamare l’attenzione e l’informazione sull’importanza che il sistema Braille riveste nella vita delle persone non vedenti e di quanti sono coinvolti direttamente o indirettamente nelle loro vicende”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.