Piano città, 67 milioni per Potenza e Matera

294

La Basilicata riceverà dal “Piano Nazionale Città” – il progetto del ministero delle Infrastrutture per la riqualificazione delle aree urbane degradate, che unisce i finanziamenti pubblici a quelli privati – circa 67 milioni di euro, di cui 50,6 milioni per il quartiere Bucaletto di Potenza e 17,3 milioni per il borgo La Martella di Matera.

Potenza e Matera sono tra i 28 Comuni che hanno superato la selezione del Ministero, su 457 proposte inviate da tutte le regioni: complessivamente l’intervento in tutto il Paese sarà di 4,4 miliardi di euro, di cui 318 milioni di cofinanziamento nazionale. Quest’ultimo, per i progetti lucani, sarà di 12,3 milioni di euro per Potenza (l’obiettivo è la realizzazione di 360 alloggi di edilizia sociale accanto alla riqualificazione dell’area) e 8,4 milioni di euro per Matera. Complessivamente le proposte pervenute all’Anci e al Ministero erano 447 per una disponibilità complessiva di 318 milioni di euro.
Per il sindaco di Potenza e presidente regionale dell’Anci, Vito Santarsiero, si tratta di “un risultato di grandissima rilevanza e prestigio per i capoluoghi della nostra Regione tenuto anche conto dei pochi fondi messi a disposizione per il bando e delle numerosissime domande”. In particolare per Potenza “è stata premiata – ha aggiunto Santarsiero – una proposta progettuale integrata di grande spessore accompagnata da un investimento privato di 50 milioni di euro e destinata a favorire la soluzione del problema Bucaletto”.
I fondi, invece, a Matera saranno utilizzati per interventi sul plesso scolastico di via Bramante, per progetti di edilizia sociale e per la realizzazione di un polo ambulatoriale, oltre al verde pubblico e a iniziative di “bike e car sharing“: per il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, “siamo così riusciti, in brevissimo tempo, a candidare importanti progetti per migliorare la qualità della vita nel borgo La Martella e per dare una soluzione definitiva ai problemi della scuola di via Bramante. La proposta di Matera è quella che ha avuto la più alta percentuale di finanziamento fra le 28 approvate. Significa che siamo riusciti a convincere il ministero sull’importanza strategica di questi interventi per il nostro territorio. Ora ci metteremo subito al lavoro per aprire i cantieri così come ci viene richiesto dal ministero che ha assunto l’impegno pubblico di verificarne l’andamento”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.