percorsi di stabilizzazione per medici precari del servizio di emergenza urgenza 118.

167

La UIL FPL, da tempo, si è posta tra gli obiettivi primari quello di mettere fine alla precarietà e alla disomogeneità dei rapporti di lavoro nel settore dell’emergenza-urgenza regionale.Quello che è accaduto in Toscana a fine 2016 (cento medici che hanno visto il proprio contratto trasformarsi a tempo indeterminato) è un risultato partito dalla sfida raccolta dalle parti pubbliche che hanno ascoltato e portato avanti le istanze dei lavoratori, a seguito delle audizioni svolte con le organizzazioni sindacali in un periodo altrettanto difficile come quello della Basilicata.

Non si comprende perché un simile percorso non possa essere attivato anche per i nostri giovani medici che ormai nutrono giorno dopo giorno solo incertezza e precarietà. Non si pretende assolutamente di stabilizzarli tutti e 25 in una unica soluzione, bensì che si avvii un percorso, da condividere con l’assessore Franconi e i gruppi parlamentaridel Consiglio regionale,in modo da poter determinare una progressiva stabilizzazione dei lavoratori del 118 ormai precari da un decennio.  Questi medici, svolgono un lavoro duro e di alta professionalità, garantendo un servizio di vitale importanza per i cittadini ed il 30 giugno interromperanno il rapporto di lavoro per scadenza di

contratto. Per questo e per non disperdere e anzi investire su questo patrimonio di professionalità, è giusto dare pieno merito al lavoro e all’impegno quotidiano dei medici, introducendo stabilità nei rapporti di lavoro.Altrimenti, il caso del PSA di Matera, balzato anche alla cronaca nazionale, di sicuro non rimarrà isolato.

Quello della stabilità del lavoro nel settore sanitario, è un punto sul quale la UIL FPL crede fortemente e continuerà a indirizzare le politiche regionali, con l’obiettivo ‘precarietà-zero’ e anche per creare le condizioni per aprire le porte del sistema sanitario all’ingresso di energie nuove, giovani medici, infermieri e operatori.

 

                                                                   La Segreteria Regionale UIL FPL

                                                                                       Pisani

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.