Necessario introdurre forma di flessibilità per ristabilire equità sistema previdenziale

273

La via maestra per ristabilire equità nel sistema previdenziale è quella di introdurre una forma di flessibilità permettendo l’accesso al pensionamento all’ interno della fascia di età compresa tra i 63 e i 70 anni, in maniera volontaria e senza penalizzazioni.

A chi continua a sostenere l’impercorribilità di questa strada a causa dei suoi costi, ricordiamo che con i provvedimenti Monti-Fornero sono stati sottratti dal sistema previdenziale, per il prossimo decennio, oltre 80 miliardi di euro.

Bisogna riportare nel sistema una piccola parte di queste risorse per eliminare tutte le iniquità che si sono prodotte, a cominciare da quella degli esodati, e ripristinare un efficace rapporto tra previdenza e mercato del lavoro utile a un positivo turn over per le imprese e l’occupazione giovanile.

 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.