LA REGIONE BASILICATA ORA PUO’ INSERIRE ALTRE RISORSE PROPRIE SE CI SONO REALMENTE CON LA MODIFICA ADOTTATA NEL DECRETO RILANCIO DEL GOVERNO

15

Con l’entrata in vigore del Decreto Rilancio, che sarà pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale, sono stati destinati 190 milioni di euro per incentivi al personale, di cui un milione e settecentomila alla Regione Basilicata che dovranno essere destinati alla remunerazione delle prestazioni correlate alle particolari condizioni di lavoro del personale dipendente delle Aziende e degli enti del Servizio sanitario nazionale ,nonché per rimpinguare i fondi incentivanti delle stesse. Altri ulteriori 241 milioni di euro sono previsti per le nuove assunzioni, di cui due milioni e quattrocentomila alla Basilicata, utilizzabili, in deroga all’art.23, comma 2 del decreto legislativo 25 maggio 2017, n.75 ed ai vincoli previsti dalla legislazione vigente in materia di spesa di personale. Tali importi potranno essere incrementati, fino al doppio degli stessi, dalle Regioni e dalle province autonome con proprie risorse disponibili a legislazione vigente per garantire la remunerazione di tutte le prestazioni di cui al cui comma 1, ivi incluse le indennità previste dall’articolo 86, comma 6, del CCNL 2016-2018 del 21 maggio 2018, indennità che da sempre come UIL FPL stiamo chiedendo di estendere al personale del 118. Ora, non ci sono più alibi. La Basilicata faccia la sua vera parte! Nell’ ultima Delibera di Giunta la N° 306 del 28/04/2020, attualmente in vigore, al punto 4 della medesima, si parlava anche di incentivi al personale e di dare mandato al Dipartimento sanità di reperire altre risorse economiche, ma al momento non risulta alcuna Delibera di merito approvata da parte della Regione e ne trasmessa alle OOSS. Sono solo le risorse del Governo Centrale pari a sette milioni e quattrocentomila euro, la cui ripartizione esclude l’IRCCS CROB. Basta tergiversare. Bisogna inserire le risorse regionali a disposizione se ci sono realmente. Il Direttore Generale al Dipartimento Salute aveva sostenuto , nel corso dell’ultima riunione con le OO.SS, che le risorse Regionali, erano pari a 4 milioni di euro, cifra che non risulta nella Delibera di Giunta N° 306 del 28/04/2020 che stranamente, oggi combacia con quanto stanziato dal nuovo “Decreto Rilancio”, risorse messe a disposizione dal Governo Centrale per la Basilicata. Non si vuole fare polemica in questo delicato momento; si chiede solo di fare chiarezza su queste risorse una volta per tutte al fine di recuperare il CROB di Rionero nel riparto tra le Aziende Sanitarie. La UIL FPL attende ancora una nuova proposta da parte dell’Assessorato, e la convocazione dell’incontro che speriamo si tenga a breve. Non si può più attendere, soprattutto perché il personale sanitario delle Aziende Sanitarie merita rispetto e celerità di azione. La scrivente, infine, chiede di procedere anche sul fronte delle nuove assunzioni per le quali sono previste altri finanziamenti per potenziare il SSR in vista della cosiddetta Fase 2.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.