Dopo accordo sui comparti, aprire stagione contrattuale nel P.I.

59

contratti_large1Utilizzare risorse risparmiate dal blocco della contrattazione per rinnovare i contratti

La Corte dei Conti testimonia che la pubblica amministrazione ha avuto una riduzione della spesa per redditi dei dipendenti di circa 11 miliardi per effetto del blocco della contrattazione dal 2010. Come pure vi è stata una riduzione del personale pubblico dal 2008 al 2014 di circa sette punti percentuali. Sulla scia dei dati riportati dalla Corte, si può affermare che sembra mancare, oltre la necessaria disponibilità di risorse, la volontà politica di riconoscere il normale e dovuto adeguamento contrattuale ai dipendenti della Pubblica Amministrazione: basterebbe, infatti, utilizzare una parte di queste risorse risparmiate per rinnovare i contratti.

La Ministra Madiacontinua a sostenere che si possono aprire i tavoli per i contratti in quanto vi è stato l’accordo sui comparti e ci sono le risorse. Tuttavia, difficilmente si potrà sottoscrivere un contratto: non solo perché l’aumento retributivo sarebbe inconsistente o nullo, ma anche perché ci sarebbe, con le note disponibilità, una decurtazione del trattamento economico dei dipendenti pubblici. E ciò, perché, il preteso “aumento” risulterebbe inferiore all’importo dell’indennità di vacanza contrattuale attualmente percepita in assenza di rinnovo.

Dare gli aumenti solo ad alcuni (e magari a quelli che hanno 26 mila euro di stipendio) per la Uil, è inaccettabile. Dopo sette anni di blocco e dopo il depauperamento del potere di acquisto dei dipendenti pubblici, come la Corte dei Conti ha certificato, non è possibile non rinnovare pienamente i contratti a tutti i dipendenti pubblici sia dal punto di vista economico che normativo.

Peraltro, se il limite fosse quello proposto, i lavoratori pubblici sarebbero costretti a restituire gli 80 euro. Oltre al danno anche la beffa!

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.