DIPENDENTI PROVINCE HANNO PRECEDENZA IN BANDI DI MOBILITÀ

64

images“Ricordiamo al Ministro Madia che la Legge di Stabilità prevede che le Regioni, i Comuni e le Amministrazioni centrali debbano prioritariamente assorbire il personale delle Province e delle Città metropolitane dichiarato in soprannumero, senza che gli stessi enti siano obbligati a versare alle amministrazioni che ricevono il personale il 50% della spesa annua per questi dipendenti”-dichiara Giovanni Torluccio,Segretario Generale della UIL-FPL, che afferma “ Eppure il bando di mobilità per la copertura di 1.031 posti presso gli uffici giudiziari che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 20 gennaio 2015, non tiene conto né il criterio di priorità né quello della non onerosità.

 Il bando, infatti, ignora e viola il comma 425 della legge di stabilità in quanto non prevede alcuna priorità per il personale in sovrannumero delle Province ma addirittura prevede, all’art. 4 punto 4, che il personale appartenente ad amministrazione diversa dai ministeri dovrà allegare alla domanda una dichiarazione della propria amministrazione, con la quale la stessa si impegna “a procedere al versamento delle risorse corrispondenti al 50% del trattamento economico spettante al personale interessato al trasferimento”.

“E’ evidente che tale prescrizione impedisce – anziché privilegiare – la partecipazione del personale delle Province, le cui risorse vengono tagliate di circa un miliardo all’anno fino al 2017.”

“E’ora che si faccia chiarezza”-conclude Torluccio- “I tweet non risolvono i problemi dei lavoratori: è necessario attivare da subito un tavolo di confronto per definire la riallocazione definitiva del personale e per fare chiarezza sul caos normativo.”

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.