Destinare risorse recuperate per ridurre la pressione fiscale su lavoratori e pensionati

118

fisco_largeLa lotta all´evasione è solo agli inizi, i 19 miliardi recuperati nel 2016 sono certamente un risultato importante, occorre sottolineare, però, come questo dato contenga il provvedimento una tantum della voluntary disclosure.

L’evasione fiscale in Italia viaggia ancora oltre i 100 miliardi di euro. La UIL ritiene indispensabile una svolta attraverso il dispiegamento di una reale volontà politica per aggredire questo fenomeno. Bisogna creare un’Agenzia esclusiva per l’accertamento destinata ai soli controlli, così come occorre incrociare realmente tutte le banche dati a disposizione dello Stato ed estendere il contrasto di interessi per i servizi alle famiglie.

Tutte le risorse recuperate devono essere destinate alla riduzione della pressione fiscale su lavoratori dipendenti e pensionati, che da sempre fanno il loro dovere con il fisco, pagando le tasse prima di ricevere lo stipendio e pensioni.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.