Congresso Regionale

332

uil fpl 001

Si intitola “Governare il Cambiamento: una nuova civiltà dei servizi al cittadino e alla persona” il IV Congresso della UIL FPL di Potenza e Basilicata che si svolgerà il 29/05/2014 con inizio alle ore 9.00, presso l’Hotel Giubileo a Pignola (PZ).

I lavori saranno aperti dalla relazione del Segretario Regionale, Antonio Guglielmi, che si soffermerà sul momento difficile che sta vivendo l’Europa, il Paese,  la Regione Basilicata e soprattutto il settore del Pubblico Impiego alla luce della imminente riforma della P.A., annunciato dal Governo Renzi.

«Purtroppo – ha dichiarato Guglielmi- anche questo Governo in continuità con quelli precedenti, prosegue nel rappresentare la Pubblica Amministrazione, il luogo dello spreco e della inefficienza facendo una confusione tra i costi talora esorbitanti della politica e quello dei servizi pubblici, spesso insufficienti ».

«Perciò – ha proseguito Guglielmi – occorre spezzare questa politica di tagli, risparmi, riduzione degli uffici, blocco dei contratti, turnover con il contagocce, precariato senza paracadute e convincersi che occorre investire nella P.A. facendo una grande iniezione di giovani, i soli capaci di portare innovazioni strutturali e quindi efficienza e risparmi ».

«La UIL FPL, pertanto, chiede una discussione vera sulle proposte di riforma della P.A., sulla quale non vi è da parte del Sindacato una posizione preconcetta. La riduzione dei centri di spesa, l’accorpamento degli enti, la lotta ai costi indiretti della politica, il tetto di spesa per i dirigenti, sono elementi importanti da cui partire, ma è necessario intendersi sulla mobilità che deve avere un limite territoriale e rispetto della professionalità dei dipendenti, rinnovare i contratti di lavoro, introdurre  lo sgravio fiscale sul salario accessorio, già previsto per i dipendenti privati».

« A livello territoriale è necessario riprendere il cammino della riforma del sistema socio – sanitario, bloccato da oltre un anno, puntando a potenziare i centri di eccellenza, ma anche su un “distretto forte”, come area socio sanitaria capace di incanalare il malato in reti complete ed appropriate. Occorre, però,  sbloccare il turnover che sta paralizzando il sistema e chiudere l’annosa questione degli standard da cui dipende l’assegnazione di altri importanti responsabilità dirigenziali. Ma la sanità può diventare una grossa fonte di occupazione se intercetta la domanda socio – sanitaria dei servizi alla persona e se, attraverso l’istituzione di una Facoltà di Medicina, saprà rimpiazzare l’enorme carenza di  personale medico determinata dall’ uscita nei prossimi anni».

«Infine, occorre ridurre drasticamente la burocrazia regionale mettendo mano all’impianto istituzionale della Regione. Perciò è necessario aprire un tavolo regionale unico che riorganizzi gli uffici regionali,  valorizzando le risorse professionali interne e riallocando le funzioni degli enti sub – regionali, delle Province e delle Aree Programma, in modo da rispondere meglio alle esigenze dell’economia e della società lucana. In questo contesto va data una risposta forte al superamento del lavoro precario che deve realizzarsi conciliando il merito e l’esperienza con il rispetto delle regole e dei criteri di trasparenza. Ciò significa introdurre un meccanismo equilibrato tra le esigenze dei giovani che aspirano ad entrare nella P.A. e di quanti da tanti anni svolgono servizi fondamentali nella più totale precarietà»

Al Congresso parteciperanno  250 delegati in rappresentanza di 2500 iscritti. Sono previsti, tra gli interventi programmati, quello del Sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo, il Presidente del Consiglio Regionale, Piero Lacorazza, il Segretario Generale della UIL di Basilicata, Carmine Vaccaro e il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella. Concluderà i lavori il Segretario Generale Nazionale della UIL FPL, Giovanni Torluccio.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.