Comunicato DON UVA

17

DSCN2312-300x224La UIL FPL valuta negativamente l’esito dell’ incontro tra l’Amministratore Straordinario del Don Uva e le OO.SS.  svoltosi ieri al Ministero dello Sviluppo Economico per fare il punto sullo stato della vertenza che interessa anche la Casa Divina Provvidenza di Potenza.

L’annuncio di circa ulteriori 100 esuberi complessivi di cui 10 per la struttura potentina rappresenta l’ennesima prova che il risanamento si intende scaricarlo sui dipendenti, anche perché il Ministero del Lavoro non ha ancora sciolto il nodo del pagamento dei Contratti di Solidarietà, malgrado gli accordi del 2013.

Preoccupa, in particolare, l’ipotesi di un cambio di inquadramento contrattuale dei dipendenti (in sostituzione degli esuberi) che verrebbero drammaticamente penalizzati non solo con una sostanziale riduzione del salario, già adesso fortemente penalizzante, ma soprattutto con il mancato riconoscimento dei diritti contrattuali acquisiti.

La UIL FPL, pertanto, chiede alla Regione di intervenire sapendo che i servizi offerti dai lavoratori della Casa Divina Provvidenza sono essenziali ed indispensabili, un patrimonio che va difeso e tutelato con ogni mezzo.

                                                                                                                                          Il Segretario Regionale

                                                                                                           Antonio Guglielmi

 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.