COMUNICATO

75

Le organizzazioni sindacali FP CGIL, UIL FPL  e  componenti della RSU aziendale denunciano l’operato dell’ATER di Potenza in merito alle nuove assunzioni disposte, malgrado le contestazioni fatte qualche tempo fa relativamente all’assunzione di un geometra di categoria “C” presso l’Azienda (assunzione ritenuta inutile ed inappropriata tenuto conto, tra l’altro, di una fortissima carenza nell’organico di personale amministrativo dovuta ad una serie di pensionamenti mai rimpiazzati), l’ ATER di Potenza sta procedendo a tale assunzione mediante scorrimento di una graduatoria già esistente. Le contestazioni da parte del sindacato trovano ulteriore fondatezza nella presenza all’ interno dell’Azienda di un organico di profilo tecnico interamente coperto, in quanto nel corso degli anni, nell’ambito del settore tecnico, si è proceduto a sostituire il personale cessato, mentre nel settore amministrativo non risulta effettuato nessun turnover per ben 20 unità (cosὶ come rappresentato dalla stessa Azienda nel piano triennale dei fabbisogni di personale 2018/2020) e comunque l’ulteriore assurdità di tale assunzione consiste anche nell’attività tipicamente amministrativa che dovrebbe svolgere, ovvero di supporto alla gestione dei condomini. Altrettanta poca chiarezza traspare dall’affidamento all’esterno del servizio di recupero extragiudiziale dei crediti vantati dall’Azienda relativamente al biennio 2015/2016. A tal proposito non si comprende, trattandosi di un’attività  di recupero crediti extragiudiziale, limitata alle ultime annualità, come mai non siano stati definiti in tal senso dei progetti legati al salario accessorio del personale interno, che avrebbe consentito, nell’ambito di un contesto temporale in cui le condizioni economiche aziendali risultano tutt’altro che floride, un notevole contenimento della spesa, la cui entità risulta fortemente lievitata nel corso dell’anno 2018, stante ad altre attività conferite alla medesima società aggiudicataria del recupero crediti, non ultimo l’affidamento di un servizio di “Call Center”. Emerge altresὶ che a detta Società, nel corso dell’attività di recupero crediti, veniva concesso a titolo oneroso un locale in gestione dell’ ATER per poi successivamente e da svariato tempo disporre sia di un locale presso la sede della stessa ATER che dei servizi annessi, senza essere noto a che titolo e in che termini una società privata possa occupare un locale all’interno di una Pubblica Amministrazione.

  Alla luce di quanto denunciato, le scriventi chiedono il ritiro immediato del provvedimento e la redazione di un nuovo Piano del Fabbisogni, rispondente alle vere necessità dell’Ente. Denunciano, infine, il comportamento scorretto dell’ATER anche in merito alla contrattazione aziendale 2018 che non recepisce le giuste istanze di CGIL e UIL, avallando sistematicamente le proposte di una sola sigla sindacale.

  Potenza, 12/12/2018

 

                     Le Segreterie Territoriali                               Le RSU Aziendali

                       FP CGIL  – G. Scarano                                    Lotito Teodosio

                     UIL FPL – A. Guglielmi                                   Rinaldi Gerardo

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.