COMUNICATO

17

e4c07973dbc8eb2f7380bdedc4201087_LLa UIL FPL di Basilicata ha partecipato ai lavori del Consiglio Generale Nazionale della UIL FPL, che ha dibattuto, tra l’altro, sulla vertenza per il rinnovo del Contratto dei dipendenti pubblici, bloccato ormai dal lontano 2009.

Il Consiglio ha preso atto della volontà del Governo di procedere a sanare questa ingiustizia che da troppo tempo si sta perpetuando a danno dei dipendenti pubblici, ma le risorse attualmente attestate risultano ancora del tutto insufficienti. Per la UIL FPL, seppure spalmato su più annualità, l’incremento economico deve essere significativo e la sottoscrizione del contratto deve avvenire contestualmente alla riscrittura integrale della Legge Brunetta, soprattutto nella parte che riguarda la valutazione e in quella dello sblocco delle progressioni di carriera.

Nel corso del dibattito sono intervenuti il Segretario Regionale della UIL FPL di Basilicata, Antonio Guglielmi e il Segretario Provinciale della UIL FPL di Matera, Franco Coppola, che, nei rispettivi interventi, hanno sottolineato come occorra, con decisione, proseguire nella trattativa per il rinnovo del CCNL e che la UIL non è interessata a nessuno “ accordo ponte”.

Il contratto deve essere rinnovato sia nella parte economica che in quella giuridica .

Oltre ad un incremento economico importante, inoltre, occorre liberalizzare l’intera materia della contrattazione decentrata, eliminando vincoli e rigidità e consentendo di poter effettuare, oltre alle progressioni orizzontali, anche e soprattutto quelle verticali, riducendo contestualmente la tassazione sul salario accessorio dal 38% al 10%, cos come avviene per i lavoratori del settore privato.

Inoltre, va riscritta tutta la parte delle relazioni sindacali, ridando centralità alla contrattazione non solo sui fondi, ma anche sull’intera organizzazione del lavoro e che il rapporto di lavoro dei pubblici dipendenti non può essere materia di legiferazione unilaterale del Governo.

Per l’ individuazione delle risorse, in special modo per il settore Sanità e Autonomie Locali, il Governo deve chiarire a priori con le Regioni e le Amministrazioni sub regionali e comunali la questione delle risorse finanziarie per evitare di rendere poi inapplicabile il contratto per mancanza di coperture economiche. Qualora non si dovesse arrivare a breve ad una definizione – hanno concluso Guglielmi e Coppola- la UIL FPL reagirà con decisione e fermezza per affermare un sacrosanto diritto costituzionale di milioni di lavoratori.

Il Consiglio Generale, infine, ha accettato le dimissioni del Segretario Generale, Giovanni Torluccio, eletto alla prestigiosa carica di Presidente Nazionale dell’ ITAL, ed ha anche eletto il nuovo Segretario Generale della UIL FPL, Michelangelo Librandi.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.