Comunicato

43

images-12Le scriventi organizzazioni sono venute a conoscenza che è già in fase avanzata il confronto sulle modifiche alla L. R. 33/03 sull’Orientamento e la Formazione Professionale.

Preme sottolineare che il provvedimento non riguarda solo il sistema dell’istruzione e della scuola, ma anche, ed in modo significativo, l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro, delega gestita dalle Amministrazioni Provinciali.

In particolare, attività formative di carattere istituzionale sono state messe in campo dalle due Agenzie Provinciali APOF-IL di Potenza e Ageforma di Matera che presentano, in alcuni casi, perfomance di eccellenza con la formazione nella sola provincia di Potenza di ben 7940 allievi per l’anno 2012 e 6637 per l’anno 2013.

Queste attività, obbligo formativo, cittadinanza solidale, orientamento scuola lavoro, cittadinanza scolastica, ecc.., rappresentano, con gli altri operatori che prestano la loro attività, dei punti di forza della formazione e dell’orientamento al lavoro che vanno potenziati e messi in sinergia con il mercato del lavoro. Attività gestite direttamente dal pubblico e in stretto raccordo con i Centri per l’Impiego.

Questa riforma, tra l’altro, dovrà essere in coerenza con il maxiemendamento Delrio e il graduale superamento delle Province, con l’attestazione alle Regioni delle deleghe dei Centri per l’Impiego, la cultura e la formazione professionale.

FP CGIL, FP CISL e UIL FPL, pertanto, chiedono un incontro urgente con l’Assessore Regionale al Lavoro, Cultura e Formazione Professionale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.