Comunicato

244

La UIL FPL e la FIALS, in merito alle problematiche del CTR di Senise precisano che l’incontro, convocato dal Dipartimento Regionale Salute e Sicurezza Sociale lo scorso 22 ottobre, non ha prodotto alcun chiarimento poiché le Organizzazioni Sindacali che lo avevano richiesto hanno abbandonato il tavolo accampando pretesti incomprensibili. Perciò non si capiscono le motivazioni della loro insoddisfazione.

Nel merito delle problematiche sollevate, le scriventi, a cui aderisce la quasi totalità dei dipendenti del CTR, evidenziano che nel 2011 hanno sottoscritto un accordo aziendale che ci risulta venga regolarmente applicato e ciò in una situazione nella quale la Sanità privata vive un momento particolarmente difficile come dimostrano le crisi drammatiche che investono altre aziende del settore.

Tra l’altro il CTR di Senise, nonostante il forte taglio economico subito “sull’extra budget, passato, per via della “spending review”, dal 10% al 20%” non ha messo in discussione il suddetto accordo, nè abbassato i livelli occupazionali.

Quanto alle accuse di collateralismo con l’Azienda esse sono frutto dell’imbarbarimento del confronto democratico e della pochezza degli argomenti, talmente risibili che per giustificarli si “ fugge” dai problemi ricorrendo alle strumentalizzazioni e alle denigrazioni.

                                            UIL FPL                  FIALS

                                R. Pisani            F. Latronico

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.