Calo cassa integrazione parzialmente e apparentemente rassicurante

17

inps2a_large_1Governo intervenga subito modificando decreti Jobs Act

Un dato solo parzialmente (e apparentemente) rassicurante, quello delle ore autorizzate di cassa integrazione. Il calo su maggio (-9,7%) risente dell’ormai inutilizzabilità della cassa in deroga che è circoscritta, per le imprese, a solo 3 mesi nell’anno. In sostanza, resta stabile la richiesta per la cassa ordinaria (-17,2) e straordinaria (-6,4%). Emerge con nettezza, però,  come la volontà del legislatore, volta a contenere l’utilizzo di questo strumento ( durata più breve, maggiori costi per l’impresa, complicazioni burocratico-amministrative ed ,infine, l’introduzione di limiti nel pieno utilizzo delle integrazioni salariali) stia dando i primi negativi risultati. Questi vincoli, però, nascondono, ma non cancellano i segnali di crisi che, purtroppo, ancora colpiscono molte aree produttive del Paese. Dato confermato dalla crescita  della cassa integrazione straordinaria nel settore industriale che segna, nel primo semestre 2016,  un + 12,5%.

Ancora una volta, chiediamo al Governo di prendere atto  che questo modello rigido di autorizzazioni rischia di non rispondere alle molte emergenze, aziendali e territoriali,  che caratterizzano il nostro Paese e di intervenire, da subito,  modificando i decreti del Jobs Act in discussione alle Camere.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.