BENE MONITORAGGIO INDICATORI MA SI DEVE SBLOCCARE IL TURN OVER DEL PERSONALE

88

Il Comitato nazionale del Ministero della Salute, impegnato nel monitoraggio della capacità delle regioni italiane di garantire ai cittadini-assistiti le prestazioni rientranti nei Livelli essenziali di assistenza (Lea), ha pubblicato i risultati del monitoraggio degli indicatori della cosiddetta Griglia Lea per l’anno 2017 che attribuisce alla Regione Basilicata un valore pari a 189 punti. Il miglior risultato in assoluto mai ottenuto per il riconoscimento della performance della Regione che si posiziona al primo posto delle regioni del Sud, con un  miglioramento di ben 16 punti rispetto all’anno 2016. Un risultato in parte inatteso,poiché in tanti dipingono il nostro Sistema Sanitario come il più problematico, ma che, invece,presenta tanti punti di forza, grazie al lavoro costante  e qualificato dei nostri operatori che portano avanti un servizio che, a dispetto dei tanti detrattori,si caratterizza per la sua efficienza. Con questo non si vogliono  nascondere  i tanti problemi che assillano il nostro SSR,ma questo dato così incoraggiante deve servire a fare ancora meglio  soprattutto per rafforzare la territoralizzazione dei servizi e l’integrazione e la messa in rete  del SSR affinché stia al passo con i tempi e con la trasformazione  dei bisogni di salute della nostra comunità. Ma per fare tutto ciò non basta il lavoro encomiabile dei nostri operatori, ma occorrono strumenti normativi soprattutto in direzione del superamento del blocco del  turn-over nazionale. In Basilicata addirittura  si  corre il rischio di vedere bloccati circa 13,5 milioni di euro per sostituire tutto il  personale che va in pensione. Poichè la nostra regione paga un prezzo salatissimo  rispetto ai tetti di spesa attestati, al 2004, meno l’1,4%,.Nel 2004 ,infatti, non erano pienamente operativi  nè il Servizio di emergenza urgenza 118, né l’IRCCS Crob di Rionero che, nel corso di questi anni, hanno determinato la saturazione del personale. La UIL FPL, pertanto,fa un appello al Ministro Grillo  affinché questo tetto  venga rimosso e che la Regione  Basilicata possa operare  come tutte le altre Regioni italiane. La UIL FPL,infine  nell’esprimere soddisfazione per questo risultato così significativo, ringrazia tutti gli operatori del SSR che hanno reso  possibile questo risultato  precisando che non farà mancare il suo impegno per dare ai cittadini lucani un Servizio Sanitario ancora più efficiente e per rendere la PA sempre più strumento fondamentale nelle politiche di crescita e coesione sociale.

 

                                                    Il Segretario Regionale Aggiunto UIL FPL

                                                                          Verrastro Giuseppe

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.