Ater: ancora grave la situazione per i lavoratori

225

download (14)FPCGIL, CISL FP e UIL FPL, nel confermare lo stato di agitazione dei lavoratori dell’Ater di Potenza, denunciano il permanere presso l’Azienda di una situazione gravissima nei confronti del personale a causa del drastico taglio delle risorse decentrate, operazione che ha quale effetto dirompente quello di dimezzare il salario accessorio dei lavoratori creando, tra l’altro, fortissime sperequazioni in danno di quei dipendenti, la maggioranza, che si vedrà decurtata una parte consistente della retribuzione.

Dopo l’ultimo incontro avuto con l’Azienda la scorsa settimana, FP CGIL, CISL FP e UIL FPL considerano del tutto insufficienti le pochissime risorse rimesse a disposizioni del fondo, in quanto del tutto inadeguate rispetto a quelle che erano state le richieste avanzate da parte del sindacato. Per queste ragioni e considerata la indisponibilità da parte dell’Azienda al ripristino dei fondi contrattuali, abbiamo deciso di interrompere la trattativa con l’Azienda per tornare in assemblea con i lavoratori, con cui insieme definire le modalità con cui proseguire la mobilitazione.

La decisione assunta dall’Ater di Potenza non solo è grave e sbagliata, ma rappresenta davvero un primato negativo in questa regione, quale espressione di un modus operandi che vuole solo colpire i lavoratori sui quali l’Azienda ha deciso di far pagare il prezzo di una spending review che non ha precedenti nel nostro territorio. In nessun Ente pubblico della Basilicata, nonostante le tante criticità esistenti per effetto dei tagli operati a livello nazionale, qualcuno ha mai pensato di recuperare le risorse tagliandole ai lavoratori già pesantemente colpiti dalla crisi economica e dal blocco dei contratti nazionali di lavoro.

Siamo di fronte, quindi, ad un’Azienda che dopo aver negato la contrattazione per due anni, compromettendo, tra l’altro, anche le risorse relative al 2013, decide di riprenderla per tagliare le risorse dei lavoratori.

Considerato che l’Ater è un Ente strumentale della Regione Basilicata, chiediamo al Presidente Pittella di intervenire affinché non si consumi questo scempio in danno ai lavoratori. Noi come Organizzazioni Sindacali, insieme ai lavoratori dell’Ater di Potenza, continueremo la nostra battaglia per la tutela dei diritti e del salario ritenendo inammissibile una tale scellerata decisione.

                                                         Il Segretario Regionale UIL FPL

                                                                   Guglielmi Antonio

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.