Ancora un rallentamento dell’inflazione mentre prezzi beni del carrello spesa salgono

226

Nel nostro Paese è cresciuta povertà sia in termini relativi che in termini assoluti

Ancora un rallentamento dell’inflazione – si tratta del terzo calo consecutivo –  mentre la corsa dei prezzi dei beni che fanno parte del carrello della spesa salgono. Questi dati sono la conseguenza della situazione di recessione e della stagnazione dei consumi.

Si conferma drammaticamente quello che da tempo sosteniamo:  nel nostro Paese è cresciuta la povertà sia in termini relativi che in termini assoluti e stanno aumentando sempre più le diseguaglianze. Sono in calo, dunque, rispetto allo scorso anno, sia i redditi delle famiglie, sia il potere di acquisto e tutto ciò incide sulle spese, che si sono ulteriormente ridotte. 

Lasciare che resti tutto così è miopia politica. Bisogna, piuttosto, intervenire immediatamente perché la situazione è critica e deve essere risolta prima che degeneri.

Solo con buone politiche attive in grado di far diminuire la disoccupazione e con un fisco più giusto, sia nei confronti dei redditi da lavoro dipendente sia di quelli da pensione, oltre ad un più rigoroso impegno nel contrastare l’evasione, si potrà uscire dalla pesante situazione in cui ci troviamo a seguito della crisi.

E’ ora, per la Uil, anche di intraprendere da parte del governo un piano di intervento per rilanciare gli investimenti e aumentare salari e pensioni, rinnovando i contratti e abbattendo il peso della tassazione, in modo da farli divenire volani di attività economiche potenzialmente utili a una reale crescita

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento
Il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.